Prossima fermata: Correggio

I “Pesci rossi” non lo sappiamo, ma a Correggio le pozzanghere ci sono davvero. Questo per dire che è arrivata la pioggia, ma che domenica le previsioni mettono bello.

Ora, io sarei qua per raccontare quanto sia difficile per i “Pesci” andare a nuotare nel proprio borgo – domenica 17 aprile, ore 17, Libreria LIgabue – … quanto sia difficile per un sacco di ragioni.

E dovrei dire anche quanto sia riconoscente a Marco (Menozzi, che presenterà la giornata) e a Gabriele (Tesauri, che leggerà).

E dovrei anche aggiungere che la mia paura, la mia sensazione di inadeguatezza, che sempre mi accompagna in queste cose, è decisamente acuita dal “giocare in casa”.

Ecco.

Dovrei dire solo queste cose e fermarmi qua.

Eppure, da “là fuori”, dal mondo reale, continuano ad arrivare brutte notizie. Ci vuole molto, molto coraggio a rimanere disarmati. E Vittorio Arrigoni era un tipo coraggioso, altro che.

Come si diceva questa mattina, parlando del fatto con Claudia, cerchiamo di respirare a pieni polmoni e a grandi boccate tutto il bello che comunque c’è.

Cerchiamo.

Che è esattamente uno dei modi per restare umani.

E, così, domenica sta arrivando.