Sì, lo so… Anche a me, prima o poi, piacerebbe occuparmi e scrivere di un “universo” appena più vasto rispetto alle pozzanghere dei Pesci Rossi.

Eppure, proprio intorno ai Pesciolini sono accadute tante cose, in questo 2011, che… A volte ci penso un po’ su, se sia il caso di dirle o meno: poi non resisto ed ecco qua. Davvero, portate pazienza: arriverà anche il momento in cui ci occuperemo di altro.

Allora, adesso è ancora tempo di date e appuntamenti: diciamo che inizia la stagione autunnale e, a quanto sembra, Damian e soci troveranno ospitalità e occasioni di presentarsi in alcune biblioteche.

Ma, certo, andiamo con ordine… Prima di tutto faccio un passo indietro e ringrazio, così, pubblicamente, Gaspare, Marta, Silvia, Enrico e, insomma, tutti quanti alla Instar per la bella giornata di venerdì, al Festival Letteratura di Mantova: nonostante il caldo umido, adatto più ai coccodrilli che a bipedi terricoli, è stata un’ottima occasione per conoscere persone (fare cose, vedere gente, eccetera…), sentire discorsi interessanti, approfondire il gossip editorial-letterario e gironzolare per la città in una giornata di vacanza (mica roba da poco, a pensarci bene, altro che “tiramenti” da autore: si deve prendere tutto il buono che capita e non smettere di riconoscere quanto si sia fortunati).

Detto questo, ricordiamo poi l’incontro con l’Aperitivo di Parole, in quel di Collecchio, Parma, (Biblioteca comunale, all’interno del Parco Nevicati: un posto molto bello, tra l’altro), venerdì 16 settembre, alle ore 18 (più sotto la locandina dell’iniziativa).

E a questo proposito vanno aggiunte alcune cose: prima di tutto il ringraziamento a Enrico Tamassia e Marco Ascenzi che, ancora una volta, si prestano ad accompagnare con la chitarra le tragicomiche letture delle avventure dei Pesci Rossi; e poi ci sta un abbraccio per Fabio Carapezza, autore di una bella raccolta di racconti – “L’inconveniente di esistere” – e promotore infaticabile dell’Aperitivo: non è mica tanto facile trovare persone che si “sbattono” in questo modo per organizzare presentazioni e dare la possibilità ad altri di farsi conoscere. Non è mica facile: per questo, a Fabio va una bella botta di “grazie mille”.

E, come al solito, per tutto il resto stay tuned 🙂